Ascensori - Fabrica Ascensori
356
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-356,page-child,parent-pageid-120,bridge-core-3.0.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-28.5,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

Ascensori

L’ascensore è ormai un impianto indispensabile in qualunque edificio moderno. Gli ascensori odierni, sia quelli installati all’interno di un vano corsa sia quelli installati in strutture metalliche o a vetro, hanno raggiunto assoluti livelli di sicurezza e funzionalità, anche per elevate corse e numero di piani. 

Caratteristiche e funzionamento 

L’installazione degli ascensori è regolata da una normativa europea specifica, la Direttiva Ascensori 2014/33/UE, che sostituisce la precedente Direttiva degli anni ’90 ovvero la 95/16/CE. Tutti i costruttori e gli installatori si devono attenere a queste Direttive e alle norme tecniche specifiche della serie EN 81. La piattaforma elevatrice (miniascensore o elevatore) rientra invece in una Direttiva generale (Direttiva Macchine).

A seconda della movimentazione, gli ascensori si distinguono in ascensori idraulici e ascensori elettrici. 

Ascensori idraulici 

Gli ascensori idraulici (denominati anche oleodinamici) sollevano la cabina per mezzo di un pistone, sia direttamente che tramite delle funi di sospensione. Il flusso dell’olio in circuito chiuso viene regolato da una centralina idraulica separata. Il loro movimento, dolce e graduale, negli impianti moderni consente una manutenzione semplice e poco onerosa. Per contro, data la presenza del pistone, si tratta di impianti molto adatti per dislivelli relativamente contenuti, come ad esempio, per edifici fino a 6 o 7 piani. Sono adatti a grandi portate e quindi dotati di cabine ampie con velocità medie fino a 1 m/s, garantendo prestazioni ottimali anche al variare delle temperature stagionali.  

Gli ascensori idraulici, presentano dei vantaggi sia da un punto di vista pratico, per la loro semplicità di utilizzo e manutenzione, che da un punto di vista meccanico, grazie alla presenza di un cilindro che consente un minore ingombro, una maggiore facilità di adeguare vani corsa esistenti. La loro silenziosità è un ulteriore aspetto da tenere in considerazione. L’ascensore idraulico può anche essere adatto per impianti con elevata portata utile. 

Ma possiamo identificare degli svantaggi di questa tipologia di ascensore.  Oltre al limitato numero di piani serviti, vi è la presenza dell’armadio motore e centralina esterni, che nell’eventuale caso di ristrutturazioni possono sottrarre spazio prezioso. L’aspetto positivo è che oggi non è più necessario uno specifico locale macchine e che gruppo centralina e quadro sono ospitati in un armadio chiuso di ridotte dimensioni. 

Ascensori elettrici 

 

Gli ascensori elettrici generano il movimento della cabina tramite un argano motoriduttore o, nelle versioni più moderne, tramite un motore a magneti permanenti a bassa velocità (ascensori Gearless). Nella loro configurazione più frequente, le funi di trazione sono fissate alla cabina da una parte e a un contrappeso dall’altra. I più recenti ascensori sono del tipo MRL (Machine roomless) ovvero privi del locale macchine, grazie ad un quadro elettrico di ridotte dimensioni. Potendo essere posti anche accanto a una porta di piano, gli ascensori elettrici sono adatti al servizio anche in edifici di altezza medio grande, con numero di piani e traffico elevati. Il loro consumo elettrico è piuttosto ridotto, specie per alcune tipologie come quelli in configurazione di tiro 2:1 ovvero con pulegge di rinvio. 

 

Anche questa tipologia di ascensore presenta dei vantaggi e degli svantaggi. I principali vantaggi risiedono nell’assenza di ingombri esterni e nella possibilità di eseguire corse lunghe (anche a velocità elevate) e svariati cicli di salita e discesa anche in maniera continuativa. 

 

Gli svantaggi, invece, fanno riferimento principalmente alle ristrutturazioni e riguardano il maggior ingombro del gruppo guide e della meccanica, la presenza del motore nel vano di corsa e una manovra di arresto d’emergenza più complicata. La manutenzione può risultare più complessa soprattutto in presenza di inverter per la regolazione della velocità della cabina. 

 

Se non vi sono problematiche tecniche o legali, ad esempio il mancato rispetto delle distanze o aspetti paesaggistici, è possibile installare ascensori sia all’esterno che all’interno degli edifici. Gli ascensori esterni sono tecnicamente più complessi per la necessità di preservarli dagli agenti atmosferici e dal vento, ed è necessario valutare attentamente l’aerazione poiché l’estate possono raggiungere temperature eccessive in cabina. 

 

 

Ascensori speciali 

 

Fabrica Ascensori è in grado di fornire ascensori speciali come gli ascensori a ponte e gli ascensori a fossa e testata ridotta (ascensori in deroga). 

 

Gli ascensori a ponte possono distinguersi tra idraulici ed elettrici. Sono caratterizzati dalla presenza di porte di piano contrapposte, ovvero al piano terra consentono l’ingresso da un lato mentre ai piani superiori consentono l’uscita dal lato opposto di quello di ingresso. Vengono utilizzati efficacemente nelle ristrutturazioni di edifici esistenti anche per eliminare le barriere architettoniche nei condomini. 

 

Gli ascensori a fossa o testata ridotte, invece, sono impiegati esclusivamente nelle ristrutturazioni nei casi in cui non sia possibile disporre degli spazi di extra corsa inferiore o superiore caratteristici dei classici ascensori. Generalmente vengono installati dove richiesto, soprattutto quando non è possibile effettuare uno scavo in basso per la presenza di cantine, falde, problematiche strutturali o non è possibile disporre della “testata” o “torretta” di estremità in alto per motivi strutturali, paesaggistici o per diritti di proprietà. Questa parte dell’ascensore è quella compresa tra il pavimento dell’ultimo piano servito e la sommità del vano di corsa e, in genere, è almeno pari a 3,30 mt quindi superiore all’altezza di un soffitto normale.  

 

Abbiamo anche gli ascensori in deroga. Per la loro installazione è necessario acquisire una preventiva autorizzazione ministeriale tramite una specifica procedura di “accordo preventivo”. Una procedura per la quale la nostra azienda è in grado di fornirvi supporto in ogni sua singola fase: dalla compilazione delle pratiche cartacee fino al collaudo finale dell’ascensore 

 

 

La scelta dell’ascensore 

 

La scelta di un ascensore è un aspetto che va ben ponderato. È sempre opportuno rivolgersi a dei professionisti e non farsi suggestionare da promesse di riduzioni dei consumi elettrici o da pregiudizi di natura tecnica come quelli verso l’azionamento idraulico. Per ogni caso specifico esiste la soluzione ottimale sia da un punto di vista tecnico che di contenimento dei costi di esercizio. In particolare, devono essere sempre valutati il costo della manutenzione, dei consumi elettrici e la facile reperibilità dei ricambi anche oltre al loro prezzo.  È consigliabile affidarsi a costruttori che dispongono di una gamma completa di prodotti e che possano quindi orientarvi verso la scelta migliore, sia da un punto di vista tecnico che economico.  

 

 

I nostri servizi  

 

La nostra azienda è in grado di fornire un servizio completo, dalle pratiche edilizie alle opere edili, compreso il taglio scale, nel quale siamo specializzati, disponendo di macchine da taglio di proprietà, oltre al montaggio dell’impianto e all’assistenza e manutenzione. 

Contattaci per una consulenza gratuita sulla tua prossima installazione