Numero Verde 800 966 171 info@ascensorifabrica.it

Il costo per l’installazione di un ascensore può spaventare, ma talvolta è possibile ottenere delle agevolazioni, ed installare di conseguenza nel proprio immobile uno strumento che ne aumenti valore e prestigio, oltre che la propria qualità della vita.

L’installazione di un ascensore nel proprio palazzo, può essere soggetta ad un gran numero di ostacoli: la volontà dei condomini, il rispetto delle normative vigenti, gli spazi angusti delle trombe delle scale. Quest’ultimo problema in particolare è frequente soprattutto nei centri storici di città come Firenze o Bologna, aree in cui gli edifici non prevedevano un ascensore domestico al momento della costruzione.

I costi degli ascensori – e si intendono sia i costi di installazione che di manutenzione – possono quindi essere spesso percepiti come una barriera per l’installazione degli ascensori nei condomini. Ragionando con lungimiranza però, la soluzione ideale per aiutare disabili, anziani o donne incinte a raggiungere il proprio piano senza dover affrontare le rampe di scale è invece più accessibile di quanto possa sembrare. Soprattutto grazie alle soluzioni offerte da Fabrica Ascensori, che garantiscono una possibilità di personalizzazione estremamente elevata. Il contatto con il produttore è diretto e durante tutto il processo verrete seguiti passo per passo, dalla fase di studio del progetto fino alla realizzazione ed alla manutenzione.

Ti aiuteremo a valutare la tipologia di ascensore più idonea per il tuo edificio. Qualora la conformazione dello stesso non consenta l’installazione di un comune ascensore interno, offriamo anche soluzioni personalizzate per mini ascensori ed ascensori esterni.

Ascensori Fabrica ti guida verso le migliori agevolazioni fiscali

Altro tema ostico in cui possiamo aiutarti è quello delle agevolazioni fiscali ottenibili per installare il tuo ascensore condominiale.

Sapevi che i condomini possono avere una detrazione IRPEF del 50%?

Il condominio può infatti godere della detrazione del 50% su ogni spesa relativa ad interventi realizzati nelle parti comuni, contrariamente a quanto accade per le abitazioni private, che non godono di questa agevolazione se non nei casi di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo o complessiva ristrutturazione edilizia.

La detrazione IRPEF è regolamentata dalla tabella di ripartizione millesimale – il tuo amministratore di condominio può aiutarti a reperirla- mediante la quale è possibile calcolare la detrazione per singolo condomino, anche se l’installazione di un ascensore o un miniascensore, può essere considerato un intervento volto al miglioramento della mobilità all’intero condominio e di conseguenza utile per tutti i condomini.

Oltre alle detrazioni IRPEF, un’altra agevolazione prevista per l’installazione di un ascensore è quella sull’aliquota IVA agevolata, ridotta al 4%, e può essere applicata anche in casi di vendita dell’immobile.

Sappiamo come in alcuni casi anche un solo piano di scale possa costituire un problema, ed a meno che non si abiti al piano terra, le scale possono rappresentare una limitazione per chi soffre di disabilità motoria. L’installazione di un ascensore è considerata operazione volta ad abbattere le barriere architettoniche: le persone con disabilità hanno infatti diritto – secondo la legge 13/89, ad un contributo a fondo perduto. Per ottenere il contributo è necessario presentare domanda, ma non spaventarti, anche in questo caso Fabrica Ascensori può fornirti del supporto.

Senza dubbio riuscire ad incrociare le informazioni derivanti dalle normative comunali, condominiali e di sicurezza può essere parecchio oneroso e complesso per i non addetti ai lavori. Affidarsi agli esperti di Fabrica significa ottenere anche una guida costante con tutte le pratiche burocratiche, ottenendo così il miglior servizio possibile.

Abbiamo installato ascensori a Firenze , Bologna, Lucca ed altre città italiane. Contattaci per un sopralluogo gratuito, la strada verso una migliore qualità della vita nel tuo condominio inizia da qui.